Carta da parati: il must 2019

Non chiamateli semplicemente “fiori finti”
settembre 18, 2018
Nel blu dipinto di blu
settembre 19, 2018

Dal modernico all’urban jungle, il must 2019 è sicuramente la cara e vecchia carta  da parati.

La ricordiamo nei salotti incellophanati delle nostre nonne, con fiori giganti o disegni geometrici, con colori caldi e sfondi spesso neutri ma, oggi la carta si rifà il look.

Protagonista indiscussa delle fiere parigine, diventa elemento fondamentale d’arredo.

E poco importa quale sia lo stile scelto a rappresentarvi, la carta diventa irrinunciabile.

L’offerta nel settore è ampia e in espansione ma, di certo si fa notare “MINDTHEGAP Design e Supply” per scelta di colori, texture e fantasie.

Dagli animali tropicali alle trame vegetali, palme e cactus, tutto richiama alla mente paesi caldi ed esotici, ma il vero divertimento è creare il giusto mix tra i vari stili, per dare unicità e carattere alla propria casa.I colori sono pieni e corposi, dal profondo verde petrolio al blu oltremare, ma non mancano di certo i classici colori della terra, bizzarramente mescolati con fantasie optical.

Non esiste più una regola, tutto si può mescolare, sia in termini di stili che di colori, Il vero scopo è creare unicità e originalità.

La entra prepotentemente anche in bagno e si sostituisce, dove possibile, alle piastrelle.Di certo è una tendenza che ha bisogno di uno slancio di ecletticità; per molti quindi, ma non per tutti.Chi avrà il coraggio di osare, ne sarà sicuramente ripagato in termini di stile e buon gusto.